Chiese in Provincia di Pescara - città di : Chiesa della Madonna della Neve

Chiesa della Madonna della Neve
Chiesa di San Nicola

PESCARA
contrada Cona Stella - Montesilvano Colle, Montesilvano (PE)
Culto: Cattolico
Diocesi: Pescara - Penne
Tipologia: chiesa
La chiesa della Madonna della Neve è sita nel verde di uno dei punti più panoramici di Montesilvano Colle. La sua costruzione, di origine francescana, risale intorno al 1239 per opera della volontà popolare. Oggi si presenta con una facciata posticcia a chiusura orizzontale inquadrata da due lesene, con capitelli e basamenti lasciati in mattoni a vista. I prospetti laterali sono caratterizzati da tre finte arcate a sesto acuto su pilastri quadrangolari in mattoni facciavista, questi in... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa della Madonna della Neve è sita nel verde di uno dei punti più panoramici di Montesilvano Colle. La sua costruzione, di origine francescana, risale intorno al 1239 per opera della volontà popolare. Oggi si presenta con una facciata posticcia a chiusura orizzontale inquadrata da due lesene, con capitelli e basamenti lasciati in mattoni a vista. I prospetti laterali sono caratterizzati da tre finte arcate a sesto acuto su pilastri quadrangolari in mattoni facciavista, questi in origine dividevano le due navate laterali dalla navata centrale. All'interno la chiesa si presenta ad un'unica ampia navata con capriate in legno e con abside chiusa da una volta ogivale. Sulle pareti sono visibili i resti degli antichi affreschi un tempo presenti su tutta l'aula, il più antico dei quali risale all'inizio del XIII secolo.

Facciata

La facciata posticcia è inquadrata da due lesene, con capitelli e basamenti lasciati in mattoni a vista. La chiusura orizzontale avviene tramite una cornice, anch'essa in mattoni a vista, che viene ripetuta più in basso come collegamento tra i due capitelli e che gira perimetralmente. I prospetti laterali presentano tre finte arcate a sesto acuto su pilastri quadrangolari in mattoni facciavista, questi in origine dividevano le due navate laterali dalla navata centrale.

Pianta

La pianta, ad un'unica navata, è caratterizzata dalla presenza di tre archi ogivali ricavati su ognuna delle pareti laterali. Questi, che un tempo dividevano le navate laterali da quella centrale, sono lasciati in mattoni a vista. Un ulteriore arco in mattoni segna la presenza dell'abside chiusa da una volta ogivale. L'accesso alla chiesa avviene sia dall'ingresso principale in facciata sia da quello sul prospetto laterale.

Fondazioni

Le fondazioni in muratura continua sono state rinforzate con gettate di calcestruzzo.

Struttura

La struttura è in mattoni pieni di laterizio con copertura in capriate di legno, che poggiano su piastre d'acciaio annegate in un cordolo perimetrale.

Coperture

La copertura, a due falde, ha la struttura portante in capriate di legno e l'orditura secondaria composta da travicelli e pianelle in laterizio, il manto è in coppi e sottocoppi.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimentazione in mattonelle di cotto rosso.

Elementi decorativi

La chiesa, sia all'interno che all'esterno, è interamente rivestita da intonaco bianco, su cui spiccano i resti dei prestigiosi affreschi e i mattoni facciavista degli elementi architettonici, quali le cornici esterne, i basamenti e i capitelli delle lesene, gli archi ogivali e i pilastri su cui s'innestano. All'interno è presente un affresco del XIII secolo raffigurante un santo col capo cinto da una grossa aureola. Sulla volta absidale, un tempo interamente affrescata, resta soltanto l'immagine di Cristo in colori vivaci. Sulla colonna opposta all'entrata secondaria un altro affresco, antecedente al 1627, riproduce la Madonna di Loreto seduta in trono con in braccio il Bambino. Sulla parete di fondo dell'abside sono presenti altri due affreschi di cui quello di sinistra raffigurante Santa Barbara. Mentre sulle pareti laterali della navata sono dipinti S. Antonio Abate e Santa Lucia.

Campanile

Campanile a vela in mattoni facciavista, posizionato sul lato destro della zona absidale.

1239 - 1239 (costruzione intero bene)

La costruzione della chiesa e del convento annesso è databile intorno al 1239. La sua erezione fu voluta dalla volontà popolare in seguito al passaggio di frate Francesco nel 1216. La chiesa risulta intitolata a S.Nicola fino al 1600 circa.

1362 - 1372 (demolizione parziale intero bene)

Tra il 1362 e il 1372 il vescovo Vitale di Chieti, con atto di forza e crudeltà verso i frati, fece distruggere sia la chiesa che il convento.

1390 - 1390 (ricostruzione intero bene)

Dall'inventario di fra' Bartolomeo Pisano risulta che nel 1390 il complesso ecclesiastico venne prontamente ripristinato.

XVI - XVIII (demolizione parziale pianta)

La chiesa, a partire dalla seconda metà del XVI secolo fino quasi alla metà del secolo XVIII, rimase abbandonata e fu esposta a un deprecabile danno fino a ridursi da tre a due navate.

1972 - 1972 (restauro intero bene)

Nel 1972 si eseguì il restauro della chiesa, che divenne ad un'unica navata. I lavori consistettero, inoltre, nel rafforzamento delle fondazioni, in particolare della parete est, e nel restauro degli affreschi

2008 - 2008 (ristrutturazione intero bene)

Nel 2008 la chiesa fu soggetta ad un secondo restauro ad opera dell'architetto Lorenzo Leombroni. I lavori consistettero nel rifacimento della copertura, nella costruzione di un cordolo perimetrale e nella stuccatura e riparazione delle murature.

Mappa

Cimiteri a PESCARA

Via Madonna Di Loreto Lettomanoppello (Pe)

Via Aldo Moro 1 Popoli (Pe)

Via Attilio Forlani Cepagatti (Pe)

Onoranze funebri a PESCARA

Contrada Trosciano Sup. 8 Farindola

Via S. Galante 12 Civitella Casanova

Via Spaventa 6/3 65100 Pescara