Chiese in Provincia di Pescara - città di Loreto Aprutino: Chiesa di Sant'Antonio Abate e San Nicola da Tolentino

Chiesa di Sant'Antonio Abate e San Nicola da Tolentino
S. Antonio Abate e S. Nicola da Tolentino

PESCARA / LORETO APRUTINO
via Salita Sant'Antonio, 13 - Loreto Aprutino (PE)
Culto: Cattolico
Diocesi: Pescara - Penne
Tipologia: chiesa
La chiesa di Sant'Antonio Abate è situata all'interno del centro storico, in prossimità di un importante accesso alla parte più antica del paese, Via Sant'Antonio, che prende il nome proprio dalla chiesa. La chiesa completa la testata di una stecca a schiera, posta alla confluenza di tre strade: la forma e le dimensioni della stessa sono state imposte dalla morfologia urbana, evidentemente già consolidata al momento dell'edificazione della chiesa avvenuta nel 1837. La morfologia urbana ha... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di Sant'Antonio Abate è situata all'interno del centro storico, in prossimità di un importante accesso alla parte più antica del paese, Via Sant'Antonio, che prende il nome proprio dalla chiesa. La chiesa completa la testata di una stecca a schiera, posta alla confluenza di tre strade: la forma e le dimensioni della stessa sono state imposte dalla morfologia urbana, evidentemente già consolidata al momento dell'edificazione della chiesa avvenuta nel 1837. La morfologia urbana ha condizionato anche la progettazione della facciata della chiesa, sobria ed elegante, concepita come fondale alla strada di accesso al centro antico e come quinta del piccolo piazzale che si forma nel punto di confluenza delle strade interne. Planimetricamente presenta una configurazione ad aula unica rettangolare, scandita in quattro campate da lesene di ordine dorico con abside semicircolare.

Facciata

La facciata, a vela rispetto alla retrostante copertura, è intonacata e presenta un unico portale d'ingresso inquadrato da lesene binate di ordine dorico che sorreggono una liscia trabeazione. Quest'ultima è conclusa da un timpano triangolare dalla cornice fortemente aggettante che si interrompe nella parte centrale per lasciare lo spazio ad un orologio e culmina nella struttura metallica delle campane.

Pianta

La chiesa presenta una configurazione ad aula unica rettangolare, scandita in quattro campate da lesene di ordine dorico. Sopra l'ingresso troviamo collocata una cantoria in legno probabilmente successiva all'impianto originario. In fondo un'abside semicircolare ospita il presbiterio, sopraelevato di un gradino rispetto al piano dell'aula, illuminata da tre finestre arcuate per lato. Va rilevato un progressivo lieve allargamento della navata, dall'ingresso verso l'altare, come a voler correggere il naturale restringimento prospettico dovuto all'impianto rettangolare fortemente allungato.

Fondazioni

Fondazioni di tipo continuo in muratura (?)

Struttura

La struttura è costituita da muratura portante in laterizio. La struttura della copertura è costituita da arcarecci e travicelli in legno di abete, poggiante su una cordolatura perimetrale in cemento armato realizzata nel 2003.

Coperture

Internamente la prima campata è coperta a botte, la seconda e quarta campata presentano una volta a crociera, mentre la campata centrale è coperta da una cupola ribassata di base lievemente ellittica. Esternamente il tetto è a due falde con la campata centrale lievemente rialzata per contenere la cupola. Il manto di copertura è in coppi e controcoppi in laterizio.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento in mattonelle di marmittoni a fondo chiaro con scaglie nere e gialle.

Elementi decorativi

L'interno della chiesa è rivestito da intonaco bianco e giallo sulle pareti e sulle lesene, celeste sulla cupola e sulla nicchia dietro l'altare, contenente una statua di Sant'Antonio. La navata è scandita da lesene di ordine dorico che sorreggono una trabeazione interrotta in corrispondenza della campata centrale con la cupola. Anche l'esterno è basato sull'alternanza del giallo di fondo del prospetto contrapposto al bianco delle lesene, del portale e del timpano.

Campanile

Il campanile a vela, intonacato, è posto in fondo alla parete laterale destra: culminante in un timpano mistilineo al di sopra di una modanatura orizzontale aggettante, presenta un'unica monofora per l'alloggiamento della campana, sottolineata da una cornice in laterizio. Al culmine del timpano triangolare in facciata, una struttura metallica ospita altre due piccole campane.

1837 - 1837 (costruzione intero bene)

La chiesa venne eretta nel 1837 con i ruderi delle due abolite cappelle di San Nicola e Santo Stefano, rispettivamente nel Piazzale e nel Viale Garibaldi.

1926 - 1926 (ristrutturazione intero bene)

Nel 1926, come riportato sulla soglia d'ingresso dell'edificio, la chiesa venne ristrutturata, probabilmente con rifacimento della pavimentazione.

2003 - 2003 (restauro intero bene)

Nel 2003 furono eseguiti lavori di restauro su progetto dell'arch. Roberto Di Camillo e dell'ing. Antonio Acciavatti. I lavori riguardarono il riattamento della copertura con realizzazione di una cordolatura perimetrale in cemento armato, il consolidamento e la riparazione dei paramenti murari, le opere di finiture interna e la sostituzione degli infissi in legno.

Mappa

Cimiteri a PESCARA

Via Aldo Moro 1 Popoli (Pe)

Strada Statale 16 Bis Spoltore (Pe)

Contrada S. Salvatore 1 Penne (Pe)

Onoranze funebri a PESCARA

Via Cappuccini 143 Loreto Aprutino

Contrada Fiorano 15 Loreto Aprutino

Via Cappuccini 132 Loreto Aprutino