Chiese in Provincia di Teramo - città di : Chiesa di Santo Stefano

Chiesa di Santo Stefano
S. Stefano

TERAMO
Santo Stefano, Silvi (TE)
Culto: Cattolico
Diocesi: Teramo - Atri
Tipologia: chiesa
La chiesa è stata edificata nei primi anni del secolo XX. Il prospetto principale è un corpo unico, intonacato, simmetrico negli intenti compositivi ma troncato, sulla parte a sinistra di chi osserva, dall'innesto con la cortina muraria dell'aggregato edilizio posto perpendicolarmente. A destra dell'asse centrale è contenuto da un pilastro sporgente rispetto all'angolo. Il portale d'ingresso consta di una fascia rettangolare all'interno della quale è inscritta in tangenza un'apertura a tutto... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa è stata edificata nei primi anni del secolo XX. Il prospetto principale è un corpo unico, intonacato, simmetrico negli intenti compositivi ma troncato, sulla parte a sinistra di chi osserva, dall'innesto con la cortina muraria dell'aggregato edilizio posto perpendicolarmente. A destra dell'asse centrale è contenuto da un pilastro sporgente rispetto all'angolo. Il portale d'ingresso consta di una fascia rettangolare all'interno della quale è inscritta in tangenza un'apertura a tutto sesto composta da una cornice strombata verso l'interno. L'arco è tamponato e intonacato. Al di sopra, vi è la trabeazione lineare e aggettante a mo' di capitello in corrispondenza del pilastro. Da qui si eleva la cortina dal disegno triangolare che delinea l'attacco al cielo della facciata. L'attacco a terra è evidenziato da uno zoccolo a grana grossa di intonaco cementizio. Il campanile emerge dalla falda di copertura di una costruzione attigua, sul lato opposto alla facciata, e consta di un torrino in mattoni con cella traforata da fornici e paraste angolari di rinforzo. Struttura metallica per la guglia in stile arabesco. L'interno è caratterizzato da uno spazio unico di forma rettangolare ad andamento longitudinale con soffitto piano. Aperture a tutto sesto sono presenti sul lato l libero, una sul lato opposto quasi tangente al solaio piano. Il ballatoio della cantoria è raccordato da curve convesse ai muri d'ambito e sostenuto da setti murari paralleli a formare un piccolo ambiente di acclimatamento, tamponato da porte in cristallo. Una scala a chiocciola è collocata a destra dell'ingresso. Un trittico di aperture rettangolari è posto sul diaframma di separazione della navata dal presbiterio il quale si espande nello spazio regolare attiguo ed è definito per mezzo di argini: tramezzature semicircolari ad altezza balaustra e a tutta altezza nella porzione centrale.

Pianta

La pianta rettangolare a navata unica ad andamento longitudinale culmina nel locale a pianta rettangolare. Qui è ricavato lo spazio presbiterale. Posto su un livello più elevato di un'alzata, leggermente sporgente rispetto al filo del setto diaframmale, il piano è sagomato in corrispondenza dell'apertura maggiore centrale in forma concava verso l'aula; all'interno si definisce una sorta di catino absidale per mezzo di tramezzature semicircolari.

Coperture

Aula a copertura piana, ribassata da controsoffittatura in corrispondenza dell'abside.

Pavimenti e pavimentazioni

Con lastre in marmo a formare superfici continue si disegna un tappeto centrale che si congiunge alla sagoma concava della pedana presbiterale per mezzo di una forma simile e contraria.

Impianto strutturale

L'impianto strutturale è in muratura portante. Il solaio interno in latero cemento si innesta alle murature laterali in modo da coprire la luce minore. A due falde la copertura esterna.

Scale

L'area presbiterale è sopraelevata di un gradino.

1756 - 1756 (storia carattere generale)

all'interno si conserva una lapide che ricorda la visita pastorale del vescovo Gennaro Perrelli compiuta il 16 maggio 1756

1850 - 1850 (storia carattere generale)

verso il 1850 nella chiesetta fu fondata una cappellania

1858 - 1858 (storia carattere generale)

nel 1858 fu restaurata a fondo la chiesa di S. Stefano, dove fu fondata una cappellania perpetua

1913 - 1913 (parrocchialità carattere generale)

il 31 luglio 1913 con bolla del Vescovo Carlo Pensa e il regio assenso venne eretta la parrocchia

Mappa

Cimiteri a TERAMO

Via Atri Stazione Pineto (Te)

Strada Statale 16 Martinsicuro (Te)

Via Antonio Gramsci Giulianova (Te)

Onoranze funebri a TERAMO

Via Del Castello 3 64100 Teramo

Via Cona 3 Teramo

Via G. Oberdan 15 64021 Giulianova