Chiese in Provincia di Teramo - città di Pietracamela: Chiesa di San Leucio

Chiesa di San Leucio
S. Leucio

TERAMO / PIETRACAMELA
Largo Don Andrea Papa - Pietracamela (TE)
Culto: Cattolico
Diocesi: Teramo - Atri
Tipologia: chiesa
Il prospetto principale, che fronteggia la piazza in posizione isolata, è un unico corpo simmetrico in mattoni faccia a vista disposti in maniera abbastanza regolare. L'attacco al cielo segue il profilo di un tetto a due falde nella parte a timpano e prosegue nelle due navate laterali che presentano un'altezza minore. L'attacco al suolo è caratterizzato da un alto basamento in conci di pietra irregolari e arrotondati, interrotto dai tre portali d'ingresso. L'angolo libero presenta un... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

Il prospetto principale, che fronteggia la piazza in posizione isolata, è un unico corpo simmetrico in mattoni faccia a vista disposti in maniera abbastanza regolare. L'attacco al cielo segue il profilo di un tetto a due falde nella parte a timpano e prosegue nelle due navate laterali che presentano un'altezza minore. L'attacco al suolo è caratterizzato da un alto basamento in conci di pietra irregolari e arrotondati, interrotto dai tre portali d'ingresso. L'angolo libero presenta un contrafforte con mattoni di laterizio a rinforzo degli angoli e pietra irregolare. Il portale centrale è inscritto da piedritti e arco in pietra che sostengono un timpano, sempre in pietra, sovrastante una nicchia che reca una raffigurazione della Madonna. Lateralmente al portale centrale vi sono due portali minori inscritti da una cornice modanata in pietra e un sovrastante timpano elementare in pietra. Sopra i portali minori vi sono due bucature di forma circolare mentre una terza bucatura circolare è collocata nella parte superiore del timpano. Il campanile, arretrato nella profondità della chiesa e incluso nella navata laterale, si presenta come una torre a pianta quadrata, divisa in tre porzioni orizzontali contraddistinte dal diverso materiale: la prima porzione è intonacata, la seconda è in pietra squadrata di tufo con un orologio e una monofora sui lati, la terza porzione è in mattoni in laterizio con monofore su ogni lato che inquadrano le campane; la guglia piramidale è in mattoni in laterizio su pianta quadrata. Lo spazio interno è ripartito in tre navate e termina con un'abside principale a pianta quadrata introdotta da un arco ogivale. La ripartizione spaziale è realizzata per mezzo di pilastri a sezione quadrata; la sezione longitudinale della navata centrale definisce un doppio ordine, nel primo vi sono pilastri a sostegno di un architrave con mensole modanate, nel secondo ordine una successione di bifore disposte simmetricamente sui due lati. La copertura è a falde inclinate con capriate in cemento. Le navate laterali arrivano fino al primo ordine con aperture di forma ellittica su ciascuna campata e copertura inclinata. L'ingresso è introdotto da una cantoria con sovrastante organo, tripartita da tre archi corrispondenti ai tre ingressi, di cui quello centrale più ampio e a sesto ribassato policentrico, quelli laterali più ridotti a tutto sesto.

Pianta

Pianta basilicale a tre navate scandita da tre campate della stessa ampiezza; pilastri a pianta quadrata a cui corrispondono le paraste delle navate laterali. Zona presbiterale a pianta quadrata, presbiterio rialzato rispetto alla quota di calpestio dell'aula da due alzate.

Coperture

La navata centrale è coperta da un solaio a falde inclinate con travi a vista con un elemento che assume l'identità di una catena sorretta da mensole laterali che non ha una funzione strutturale. Sulle navi laterali proseguono le falde. L'abside presenta una copertura con volta a crociera ogivale. La copertura esterna è a due falde in corrispondenza della navata laterale e a falde inclinate nelle navate laterali. Manti di copertura in laterizio. La copertura del campanile è una guglia in laterizio.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione si compone di mattonelle rettangolari in cotto ordite longitudinalmente a giunti sfalsati. Una fila di mattonelle in gres porcellanato di forma quadrata di colore diverso sono disposte longitudinalmente sulla navata laterale.

Elementi decorativi

L'apparato decorativo è costituito dalla cantoria all'ingresso con sovrastante organo, tripartita da tre archi corrispondenti ai tre ingressi, di cui quello centrale più ampio e a sesto ribassato policentrico, quelli laterali più ridotti a tutto sesto. Parapetto continuo caratterizzato da cornici in stucco e interrotto dalle paraste corrispondenti alle sottostanti semicolonne con capitelli corinzi. Aperture a forma ellittica sulle navate laterali e bifore sulla navata centrale. Paraste lisce scandisc

XIV - XV (costruzione intero bene)

la chiesa mostra un impianto medievale

1324 - 1324 (storia carattere generale)

la chiesa di "S. Leutii de Petra" in "Valle Ciliani" deve pagare la decima per l'anno in corso

1523 - 1523 (restauro intero bene)

la chiesa ha subito diversi restauri e in varie epoche. In un'epigrafe murata sull'architrave della porta della sacrestia si legge "1523 / Mastro Cirrone dela Preta".

1697 - 1697 (storia carattere generale)

atti notarili attestano la presenza della confraternita del Rosario a S. Leucio

1780 - 1961 (restauro intero bene)

sul portale sono presenti tre date, due su epigrafi e una sulla chiave dell'arco che attestano restauri avvenuti nel 1780, 1908, 1961.

Mappa

Cimiteri a TERAMO

Via Per Teramo Ancarano (Te)

Via San Maccio Notaresco (Te)

Strada Comunale Certosa Nereto (Te)

Onoranze funebri a TERAMO

Via G. Oberdan 15 64021 Giulianova

Via A. De Gasperi 36 Teramo

Via S. Gabriele 104 Castelli